AMBITI DELL' INTELLIGENZA EMOTIVA

AMBITI PRINCIPALI IN CUI SI MANIFESTA L’INTELLIGENZA EMOTIVA

1. CONOSCENZA DELLE PROPRIE EMOZIONI.

L’autoconsapevolezza 

La capacità di monitorare istante per istante le emozioni è fondamentale per la comprensione psicologica di noi stessi, mentre l’incapacità di farlo ci lascia alla mercé di emozioni e sentimenti.

Le persone sicure dei loro sentimenti riescono a gestire meglio la propria vita, perché hanno una percezione più sicura di ciò che provano riguardo a decisioni personali e quindi possono scegliere ciò che è meglio per loro.

Poiché emozioni – sensazioni – pensieri sono collegati, anche monitorare pensieri e/o sensazioni corporee permettere di cogliere le proprie emozioni.

2. CONTROLLO DELLE EMOZIONI

Coloro che sono privi o scarsamente dotati di tale capacità si trovano a dover combattere perennemente contro sentimenti tormentosi; mentre chi è capace di controllo emotivo riesce perfino a riprendersi molto più velocemente dalle sconfitte e dai rovesci della vita.

Inizia con la capacità di fermarsi; Chi lo decide?

poi di ascoltarsi; Chi lo decide?

poi, una volta compresa l’emozione che stiamo provando,

  • calmarsi;

cercare di liberarsi dall’ansia, dalla tristezza e dalla irritabilità, o da altre emozioni indesiderate, ricorrendo anche al

  • calmare le sensazioni corporee;
  • osservare la situazione che ha scatenato l’emozione da altri punti i vista
  • scegliere pensieri-antidoto che neutralizzano le emozioni anziché potenziarle.

Praticando questa sorta di “rieducazione” delle proprie risposte emotive, l’intensità e la frequenza delle emozioni indesiderate tende a diminuire, tanto che il controllo di certe emozioni, una volta iniziato, si fa via via più agevole.

Continua